Festival del cinema in carcere seconda edizione

Bologna Carcere Dozza 9 – 14 ottobre 2017

FINALITÀ DEL CORSO – Il cinema come libertà

La rappresentazione del carcere da un punto di vista cinematografico spesso mette in rilievo la netta divisione tra chi sta dentro e chi sta fuori, tra chi ha ragione e chi ha torto, proponendo anche un capovolgimento dei canoni tradizionali della costruzione dell’eroe: il carcere, in quanto luogo con una propria logica e specificità, dà così origine nelle pellicole cinematografiche a nuove regole ed esigenze, ad un linguaggio altro fuori dagli stereotipi e dai pregiudizi.

E’ a partire dal confronto delle forme diverse di cultura che emerge un forte bisogno di comunicazione e per questo il corso vuole essere forza creativa e somigliare paradossalmente a un atto di libertà.

IL CORSO
Il corso laboratorio Ciak-InCarcere è organizzato dalla D.E-R Associazione Documentaristi Emilia-Romagna in collaborazione con la casa circondariale della Dozza di Bologna e si rivolge ad un gruppo di detenuti ( una ventina ), con l’obiettivo di trasmettere gli elementi essenziali del linguaggio cinematografico fornendo in particolare esempi pratici e visivi di conoscenza.
Il percorso formativo che si propone è duplice (seminario e laboratorio).

1 - In primo luogo vi è l’attraversamento dei vari significati legati al linguaggio cinematografico, con un percorso pedagogico in cui il film diventa lo strumento di analisi, condivisione e riflessione, attraverso un coinvolgimento emotivo da parte dei soggetti coinvolti. Potenzialmente lo strumento cinema diventa mezzo per ricominciare a immaginare un percorso nuovo, fuori dal carcere. Non soltanto quindi un cineforum, ma una lezione interattiva in cui trasformare il film in materia di analisi e confronto, tra il dentro e il fuori, sia a livello reale/ambientale sia a livello più profondo, personale.

2 - In secondo luogo un percorso formativo pratico, con cui introdurre e approfondire gli aspetti tecnico produttivi del fare cinema, attraverso la conoscenza dell’uso di telecamere digitali e relativi accessori insieme all’introduzione alle conoscenze di base per l’utilizzo di programmi di montaggio professionali.

Obiettivi finali del corso sono la realizzazione di un video-spot scritto, diretto e girato all’interno della Casa Circondariale della Dozza e l’organizzazione del Festival Cinevasioni.

Newsevasioni <

Cinevasioni L'unico festival del cinema in carcere  si apre al pubblico
13 settembre 2017
Cinevasioni, che si terrà dal 9 al 14 ottobre nella casa circondariale della Dozza di Bologna, apre la partecipazione del pubblico in un posto “fuori dal comune”.
Cinevasioni
Cinevasioni è il Primo Festival del Cinema organizzato e proiettato all'interno della casa circondariale Dozza di Bologna. / Un festival in carcere, non un festival sul carcere. / L'obiettivo è portare il linguaggio e la cultura cinematografica all'interno della realtà carceraria e aprire il carcere ad autori e studiosi del cinema.
Documentaristi
Emilia-Romagna