Festival del cinema in carcere seconda edizione

Bologna Carcere Dozza 9 – 14 ottobre 2017

1 - Luogo e data di svolgimento
Bologna Carcere Dozza 9 – 14 ottobe 2017

2 - Finalità
Cinevasioni è il Primo Festival del Cinema organizzato e proiettato all'interno della casa circondariale Dozza di Bologna. Un festival in carcere, non un festival sul carcere.
L’obiettivo è portare il linguaggio e la cultura cinematografica all'interno della realtà carceraria e aprire il carcere ad autori e studiosi del cinema.

3 - Modalità ammissione
Possono partecipare lungometraggi (durata superiore 50 minuti) nazionali ed internazionali sia di finzione che documentari la cui prima proiezione pubblica (sala o festival) sia avvenuta negli ultimi due anni (2016-17).
È richiesto come requisito obbligatorio all'ammissione al festival la presenza di un rappresentante dell'opera alla presentazione del film stesso durante la proiezione (regista, attore principale, sceneggiatore, direttore fotografia, montatore, autore colonna sonora, produttore). Le spese di viaggio e soggiorno degli autori o rappresentanti dei film sono sostenute dal festival.

4 - Iscrizione
L’iscrizione alla selezione è gratuita e deve essere inviata tramite apposito modulo entro e non oltre il 25 giugno 2017.
I lungometraggi in selezione possono essere caricati su vimeo o piattaforme equivalenti o spediti con wetransfer a (segreteria@cinevasioni.it) o dvd/blu-ray/file tramite posta all’indirizzo Cinevasioni c/o D.E-R (Associazione Documentaristi Emilia Romagna) via Jacopo della Quercia 6/A – 40128 Bologna Italia.
Le spese di spedizione sono a carico dei partecipanti. Le copie ricevute non saranno restituite e saranno conservate nell’archivio del festival.
All’atto dell’iscrizione è possibile includere manifesti, locandine, cartella stampa ed altro.
I materiali inviati saranno utilizzati a scopo di promozione sul sito www.dder.org, su www.cinevasioni.it, sui social, nei comunicati stampa e nella campagna di comunicazione televisiva e online.


5 - Selezione
I film saranno scelti a insindacabile giudizio dalla direzione artistica del festival.
La comunicazione dei film in concorso avverrà entro il 20 luglio 2017.
Per ogni film selezionato si richiede - Copia in alta qualità formato dvd o blu-ray (qualsiasi formato o supporto tranne dcp)

6 - Il Festival
Il festival si articola su di un’unica sezione e sarà premiato il miglior film.
La cerimonia di premiazione è prevista l’ultimo giorno del festival.
La giuria è formata dai partecipanti al corso laboratorio “Ciak in carcere”.
Il presidente della giuria sarà nominato dal direttore artistico del festival.

7 - Organizzazione
Cinevasioni è organizzato da D.E-R (Associazione Documentaristi Emilia – Romagna) in collaborazione con il Ministero della Giustizia – Dipartimento Amministrazione Penitenziaria, con il sostegno della Fondazione del Monte di Bologna e Ravenna, del Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo, del Gruppo Hera, di Legacoop Bologna e con il sostegno di Rai Cinema.

Direzione artistica Filippo Vendemmiati (direzione@cinevasioni.it)
Direzione scientifica Angelita Fiore (direzione.scientifica@cinevasioni.it)
Segreteria Margherita Lanzi (segreteria@cinevasioni.it)
Ufficio Stampa Michela Giorgini (stampa@cinevasioni.it)

8 – Norme generali
Le richieste di partecipazione al festival implicano l’accettazione del presente Regolamento.
Ciascun autore o rappresentante risponde del contenuto delle proprie opere.
Per eventuali controversie legali è competente il Foro di Bologna.
I dati personali saranno trattati secondo quanto previsto dalla legge 31-12-1996 n°675 e successive modificazioni e integrazioni.

Newsevasioni <

Cinevasioni annuncia ufficialmente la sua seconda edizione!
27 marzo 2017
Cinevasioni annuncia ufficialmente la sua seconda edizione! È aperto il bando
Cinevasioni
Cinevasioni è il Primo Festival del Cinema organizzato e proiettato all'interno della casa circondariale Dozza di Bologna. / Un festival in carcere, non un festival sul carcere. / L'obiettivo è portare il linguaggio e la cultura cinematografica all'interno della realtà carceraria e aprire il carcere ad autori e studiosi del cinema.
Documentaristi
Emilia-Romagna