“La sfida”
di Angelita Fiore e Filippo Vendemmiati

È una sfida all’ultima forchetta il soggetto della sigla del Festival Cinevasioni. Una sfida che rappresenta allo stesso tempo un omaggio al grande cinema, ma anche una provocatoria e ironica rappresentazione dell’elemento simbolo della condizione carceraria: la qualità del pasto.  È stata ideata e girata come saggio finale del corso-laboratorio cinema “Ciakincarcere”. Dunque rivedete mentalmente la scena finale del duello de “Il buono, il brutto, il cattivo” di Sergio Leone, considerato appunto la quintessenza del genere spaghetti western: Clint Eastwood si prepara alla sparatoria finale e guarda quasi con ironia i propri nemici sullo sfondo della musica di Ennio Morricone. Al posto del deserto inserite il lungo e stretto corridoio del reparto penale. Clint, al posto del mantello indossa un grembiule bianco e spinge il carrello delle vivande, non impugna una pistola ma un mestolo con una poco invitante zuppa di verdure che si prepara a servire ai detenuti.  Passando per altre due citazioni celebri (“Apocalypse Now” di Francis Ford Coppola e “Un americano a Roma” di Steno con Alberto Sordi) “La sfida” aprirà il Festival Cinevasioni precedendo tutti i film in concorso. La regia è di Angelita Fiore e Filippo Vendemmiati, la fotografia di Andrea Dalpian, editing e post produzione di Simone Marchi, gli attori sono gli studenti del corso “Ciakincarcere”.


Newsevasioni <

PROROGATA DEADLINE PER ISCRIVERSI COME PUBBLICO A CINEVASIONI FILM FESTIVAL
22 settembre 2017
grazie alla gentile concessione della Casa Circondariale Rocco D'Amato di Bologna (ex Casa Circondariale Dozza) le iscrizioni per poter partecipare come pubblico sono aperte fino ad esaurimento posti!
Cinevasioni
Cinevasioni è il Primo Festival del Cinema organizzato e proiettato all'interno della casa circondariale Dozza di Bologna. / Un festival in carcere, non un festival sul carcere. / L'obiettivo è portare il linguaggio e la cultura cinematografica all'interno della realtà carceraria e aprire il carcere ad autori e studiosi del cinema.
Documentaristi
Emilia-Romagna